Da luglio 2019 nuovo adempimento per le piattaforme digitali

L’art. 12 del Decreto Crescita approvato nella seduta del 4 aprile 2019 dal Consiglio dei Ministri, con la formula “salvo intese”, prevede che dal mese di luglio 2019, il soggetto passivo che facilita, attraverso un’interfaccia elettronica, le vendite a distanza sarà tenuto a trasmettere, per ciascun fornitore, la denominazione, la residenza o il domicilio, l’indirizzo di posta elettronica, il numero totale delle unità vendute in Italia e il valore delle vendite (che potrà essere indicato in termini di ammontare totale dei prezzi di vendita o di prezzo medio di vendita). Per le modalità operative si dovrà attendere apposito Provvedimento direttoriale dell’Agenzia delle Entrate.

di Stefano Setti

Fonte MySolution